Benvenuto! Per postare e godere delle funzionalità del forum registrati, occorrono pochi secondi ed è gratis!

Ebola, nessun controllo?

Il criceto mannaro
Messaggi: 3,536
Discussioni: 201
Registrato: 03-2011
Reputazione:
106

Mix: 3,737
Interessante notizia su repubblica, due italiani sono rientrati in Italia dal Congo, da una zona dove nelle settimane precedenti erano morte 167 persone e... nessuno li ha controllati, nessuno gli ha chiesto niente, nessuno si è posto il problema, ne all'aeroporto di Kinshasa, ne quello di Parigi, ne in Italia...
La domanda è ...
1. ci raccontano palle sulla storia dell'ebola?
2. ci raccontano palle quando dicono che è tutto sotto controllo sono tutti allertati, siamo pronti a tutto, i sistemi di sicurezza sono tutti in funzione?
3. lo fanno apposta perchè sperano che il contagio si diffonda in giro per il mondo per qualche Loro interesse ? (sapete com'è ormai abbiamo capito la ricetta, creano il problema e poi ti offrono la soluzione, che ahimè di solito vuole dire perdere diritti, ma data la gravità della situazione non ci si può tirare indietro)

leggete un po' voi

Citazione:"Ebola, siamo rientrati dal Congo. Ma nessuno ci ha controllati"

Modena, 7 ottobre 2014 - «Siamo tornati in Italia dal Congo e nessuno ci ha chiesto nulla né in aeroporto a Kinshasa, né a Parigi, né, tantomeno, a Bologna, eppure a pochi metri da noi sono morte 167 persone per l’Ebola». Esprime stupore Lucia Della Bartola, presidente di ‘Non basta un sorriso Onlus’, associazione con sede a Vignola che si occupa dei bambini orfani o vittime di abusi nella Repubblica democratica del Congo. Dopo aver inaugurato gli anni scorsi un orfanotrofio per bimbi abbandonati, infatti, Lucia, insieme al compagno modenese Massimo Pagliai, il mese scorso ha nuovamente raggiunto la capitale, Kinshasa, per aprire il suo secondo sogno, ‘Noè-la scuola dei sorrisi’, istituto gratuito per i bambini che si trovano in forte condizione di disagio.

Nonostante l’emergenza internazionale legata la virus Ebola, con diversi casi segnalati anche in Congo, Lucia e Massimo hanno deciso di partire per portare avanti il loro grande progetto, ma temevano di incontrare qualche difficoltà a rientrare, visti i recenti decessi proprio vicino alla capitale. Eppure nessuno si è posto il problema, sia negli aeroporti europei, sia in Italia, della loro provenienza, nonostante si ‘gridi’ attenzione al contagio da mesi. Proprio due giorni fa il ministro della salute Beatrice Lorenzin ha dichiarato che L’Italia è pronta a evacuare eventuali pazienti.

«I sistemi di monitoraggio funzionano — ha detto il ministro — e già da mesi, per quanto riguarda i sistemi di sicurezza abbiamo allertato il circuito, diramando circolari e misure di controllo per le navi merci che provengono da paesi infetti e per aeroporti». Secondo il racconto della coppia modenese, però, la situazione non è proprio la stessa descritta dalla Lorenzin. «Siamo saliti in aeroporto a Kinshasa insieme a tantissimi congolesi provenienti da diverse aree del Paese, dove l’epidemia si sta espandendo velocemente. Pensavamo ci avrebbero posto problemi a tornare in Italia, invece nessuno ci ha chiesto nulla, se non i documenti», racconta Lucia. «Poi è arrivato il momento dello scalo a Parigi, dove tutti i congolesi sono scesi e, anche in questo caso, il personale addetto ha impiegato diverso tempo solo per il controllo dei passaporti e dei visti. Infine l’arrivo a Bologna e, anche qui, nessuno si è posto il problema dell’arrivo di due cittadini da uno dei paesi inseriti nella lista di quelli ‘infetti’». Della Bartola racconta quindi come, a pochi passi dal loro villaggio, siano morte in meno di tre settimane 167 persone.

«Dalla nostra zona era sufficiente attraversare un fiume per ‘metter piede’ nell’area contagiata. Le uniche ‘misure’ adottate dal Governo prevedevano che i Parlamentari non si stringessero la mano, ma alla gente comune nessuno comunicava nulla. Noi ci siamo tenuti informati su internet. I primi giorni eravamo indecisi se rientrare subito in Italia, ma neppure dall’Ambasciata sono arrivate prescrizioni, quindi siamo rimasti coi bambini. Una nostra volontaria è tornata prima e l’unica cosa che hanno fatto in aeroporto, è stato provarle la febbre, facendole pure pagare ‘la prestazione’. Quello che un po’ fa pensare è che potremmo essere entrati in contatto col virus, così come tutti i congolesi seduti in aereo, ma nessuno ha prescritto analisi o test. Tra l’altro l’incubazione dura 21 giorni, quindi, ipoteticamente, potremmo essere tutti infetti. Il lato positivo è che abbiamo aperto la scuola per 210 bambini». In Italia il rischio contagio risulta basso, ma il servizio sanitario spiega di aver attivato tutte le necessarie iniziative di controllo. A quanto sembra, però, non è proprio così.



digger
08/10/2014, 23:08
#1
Cerca

BF Master
Messaggi: 1,105
Discussioni: 179
Registrato: 03-2011
Reputazione:
19

Mix: 0
Niente di nuovo insomma...al tg hanno appena detto che è arrivata in Spagna e c'è già stato un morto,colpa di un'infermiera che si è toccata la faccia con i guanti infetti. Bah

09/10/2014, 1:09
#2
Cerca

Il criceto mannaro
Messaggi: 3,536
Discussioni: 201
Registrato: 03-2011
Reputazione:
106

Mix: 3,737
toccano il ridicolo, leggo articoli dove dicono cazzate tipo "è tutto sotto controllo, la popolazione non deve preoccuparsi, si stanno cercando le persone entrate in contatto col paziente..." praticamente stanno dicendo che c'è in giro gente probabilmente infetta, non sanno chi sono, e che i loro bellissimi protocolli di sicurezza che non dovrebbero far passare nemmeno una mosca fanno acqua da tutte le parti.


digger
09/10/2014, 1:40
#3
Cerca

Minecraft God
Messaggi: 175
Discussioni: 20
Registrato: 01-2014
Reputazione:
0

Mix: 0
di cagate del genere ne ho sentite molte anche io, sta mattina al tg ho sentito dire"l'italia è pronta all'ebola, ha ospedali attrezzati, e controlli di sicurezza molto rigidi" ma a me non sembra proprio essere cosi, e in questo topic ne ho trovato il certezza.

09/10/2014, 14:45
#4
Cerca

Il criceto mannaro
Messaggi: 3,536
Discussioni: 201
Registrato: 03-2011
Reputazione:
106

Mix: 3,737
sese sappiamo bene come sono attrezzati gli ospedali italiani...


digger
09/10/2014, 20:37
#5
Cerca

Minecraft God
Messaggi: 175
Discussioni: 20
Registrato: 01-2014
Reputazione:
0

Mix: 0
infatti è una vergogna

09/10/2014, 21:15
#6
Cerca
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 09/10/2014, 21:34 da MAUROW.)

maurow
Messaggi: 6,041
Discussioni: 2,066
Registrato: 03-2011
Reputazione:
133

Mix: 8,107
tranquilli ci sono già pronti i vaccini ( fasulli ) l'importante e far girare nuove malattie ma sopratutto "nuova moneta" .


La libertà non si insegna, è una scelta individuale.
09/10/2014, 21:34
#7
Cerca
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 09/10/2014, 23:40 da digger.)

Il criceto mannaro
Messaggi: 3,536
Discussioni: 201
Registrato: 03-2011
Reputazione:
106

Mix: 3,737
chiaro che si, in queste cose i motivi non è che sono molti, o vaccinare in massa milioni di persone (magari causando pure altre malattie e problemi di salute, che guardacaso poi ti curano con altri farmaci),
oppure lo scopo può essere quello di creare ad arte una qualche situazione di "crisi", "emergenza", in cui tutto è lecito, far passare leggi d'emergenza, togliere diritti, instaurare la legge marziale magari, chi lo sa, ci si può aspettare di tutto.
Ora che ci penso già mesi fa guardavo video su youtube che parlavano dei campi di concentramento sparsi per tutta l'america che erano stati fatti costruire per non si sa chi e anche migliaia di bare di materiale plastico accatastate da qualche parte e ci si chiedeva a cosa dovevano servire...
Nei video ipotizzavano una qualche situazione tipo rivolte, sommosse e cose del genere...
Chissà, magari già sapevano che avrebbero causato un'epidemia di ebola... questo spiegherebbe perchè i controlli a parole sono rigidi ma nei fatti lasciano che il virus giri...
Sono troppo gombloddisda? Asd Happywide


digger
09/10/2014, 23:39
#8
Cerca

maurow
Messaggi: 6,041
Discussioni: 2,066
Registrato: 03-2011
Reputazione:
133

Mix: 8,107
troppo gombloddisda ? direi che sei una persona che riesce a vedere al di là del suo naso Wink


La libertà non si insegna, è una scelta individuale.
10/10/2014, 23:11
#9
Cerca

1 Life, 1 Avatar <3
Messaggi: 9,074
Discussioni: 271
Registrato: 08-2011
Reputazione:
77

Mix: 0
secondo voi è una malattia fatta prosperare apposta? Anche io ho sentito di questo vaccino ma mi sembra così strano che ci abbiano messo così poco

12/10/2014, 13:47
#10
Cerca

maurow
Messaggi: 6,041
Discussioni: 2,066
Registrato: 03-2011
Reputazione:
133

Mix: 8,107
vi riporto un articolino trovato in giro , tradotto con il solito Google traduttore. La traduzione ovviamente non è impeccabile :

[Immagine: image_15.jpg]

Spoiler:
Ebola, AIDS Prodotto Da Pharmaceuticals Occidentali, US DoD?
Tue, 2014/09/09 - 09:59 amministratore
Gli scienziati sostengono
By:
Il dottor Cyril Broderick, professore di patologia vegetale

Cari cittadini del mondo:
Ho letto una serie di articoli dal tuo outreach Internet, nonché gli articoli da altre fonti circa le perdite in Liberia e in altri paesi dell'Africa occidentale circa la devastazione umana causata dal virus Ebola. Circa una settimana fa, ho letto un articolo pubblicato sulla pubblicazione sommaria notizia internet degli Amici della Liberia che ha detto che vi era un accordo che l'inizio della epidemia di Ebola in Africa occidentale è dovuto al contatto di due anni di età bambino con i pipistrelli che avevano volato in dal Congo. Tale relazione mi ha fatto sconcertato con la segnalazione su Ebola, e ha stimolato una risposta agli "Amici della Liberia," dicendo che gli africani non sono ignoranti e creduloni, come viene implicato. Una risposta da Dr. Verlon Stone ha detto che l'articolo non era la loro, e che "Amici della Liberia" è stato semplicemente fornendo un servizio. Ha poi chiesto se poteva pubblicare la mia lettera nel loro forum Internet. Ho dato il mio permesso, ma io non l'ho visto pubblicato. A causa della diffusa perdita della vita, paura, traumi fisiologici, e disperazione tra i liberiani e altri cittadini dell'Africa occidentale, è doveroso che io faccio un contributo alla risoluzione di questa situazione devastante, che può continuare a ripresentarsi, se non è adeguatamente e adeguatamente affrontato. Mi affrontare la situazione in cinque (5) punti:
1 Ebola è un organismo geneticamente modificato (OGM)
Horowitz (199Cool è stata deliberata e inequivocabile quando ha spiegato la minaccia di nuove malattie nel suo testo, Virus emergenti: AIDS e Ebola - Natura, incidenti o intenzionali. Nella sua intervista con il Dr. Robert Strecker nel capitolo 7, la discussione, nei primi anni 1970, ha reso evidente che la guerra era tra i paesi che hanno ospitato il KGB e la CIA, e la 'produzione' di 'AIDS-come i virus' era chiaramente orientata all'altra.Passando Durante l'intervista, si è parlato di Fort Detrick, "il Palazzo Ebola," e 'un sacco di problemi con malattie strane "in" Frederick [Maryland]. "Dal capitolo 12 del suo testo, aveva confermato l'esistenza di un militare-medico-industria americana che conduce i test di armi biologiche con il pretesto di amministrare vaccinazioni per controllare le malattie e migliorare la salute di "africani neri all'estero." Il libro è un testo eccellente, e tutti i leader più chiunque abbia interesse per la scienza, la salute, la gente, e l'intrigo dovrebbero studiarlo. Sono stupito che i leader africani stanno facendo nessun riconoscimenti o riferimenti a questi documenti.
2 EBOLA ha una storia terribile, e TEST è stato segretamente che si svolgono in AFRICA
Ora sto leggendo The Hot Zone, un romanzo, da Richard Preston (copyright 1989 e il 1994); è strazianti. Lo scrittore prolifico e prominente, Steven King, è citato come dicendo che il libro è "Una delle cose più orribili che abbia mai letto. Quello che una notevole parte di lavoro. "Come un bestseller del New York Times, The Hot Zone è presentato come" Una storia vera terrificante. "Terrificante, sì, perché la descrizione patologica di ciò che è stato trovato in animali uccisi dal virus Ebola è ciò che il virus ha fatto ai cittadini della Guinea, Sierra Leone e la Liberia nel suo focolaio più recente: virus Ebola distrugge gli organi interni delle persone e il corpo si deteriora rapidamente dopo la morte. Si ammorbidisce e tessuti trasformano in gelatina, anche se viene refrigerato per mantenerlo freddo. Liquefazione spontanea è ciò che accade al corpo di persone uccise dal virus Ebola! L'autore indicato nel punto 1, il Dr. Horowitz, rimprovera zona calda per la scrittura di essere politicamente corretto; Capisco perché il suo libro fa ogni sforzo per essere molto fattuale. Il 1976 Ebola incidente in Zaire, durante Presidente Mobutu Sese Seko, è stata l'introduzione degli OGM Ebola in Africa.
3. siti intorno AFRICA, E IN AFRICA OCCIDENTALE, HANNO CORSO DEGLI ANNI stato istituito per i test MALATTIE EMERGENTI, SOPRATTUTTO EBOLA
L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e diverse altre agenzie delle Nazioni Unite sono stati implicati nella selezione e paesi africani allettanti per partecipare agli eventi di prova, promuovendo le vaccinazioni, ma perseguendo vari reggimenti di test. Il 2 agosto, 2014 articolo, Africa Occidentale: Cosa US Biological Warfare ricercatori facendo nella zona Ebola? da Jon Rappoport di Global Research individua il problema che sta affrontando i governi africani.
Evidente in questa e altre relazioni sono, tra gli altri:
(A) La US Army Medical Research Institute di Malattie Infettive (USAMRIID), un noto centro per la ricerca bio-guerra, che si trova a Fort Detrick, nel Maryland;
(B) la Tulane University, a New Orleans, Stati Uniti d'America, vincitore di assegni di ricerca, tra cui una sovvenzione di oltre 7000 mila dollari il National Institute of Health (NIH) per finanziare la ricerca con la febbre emorragica virale Lassa;
© il Centro statunitense per il Controllo delle Malattie (CDC);
(D) Medici Senza Frontiere (conosciuto anche con il nome francese, Medici Senza Frontiere);
(E) Tekmira, una società farmaceutica canadese;
(F) GlaxoSmithKline del Regno Unito; e
(G) il Kenema governo Hospital di Kenema, Sierra Leone.
Rapporti raccontano storie del Dipartimento della Difesa (DoD) finanziano studi Ebola sull'uomo, studi iniziati poche settimane prima dello scoppio di Ebola in Guinea e Sierra Leone. I rapporti continuano e dichiarare che il DoD ha dato un contratto del valore di 140 milioni dollari di dollari per Tekmira, una società farmaceutica canadese, per condurre una ricerca Ebola. Questo lavoro di ricerca ha coinvolto l'iniezione e infusione di esseri umani sani con il virus Ebola mortale. Quindi, il DoD è elencato come collaboratore in uno studio clinico "First in Human" Ebola (NCT02041715, iniziato nel gennaio 2014 poco prima di una epidemia di Ebola è stata dichiarata in Africa occidentale a marzo. Inquietante, molte relazioni concludono inoltre che il governo degli Stati Uniti dispone di un laboratorio di ricerca virale febbre bioterrorismo in Kenema, una città l'epicentro del focolaio di Ebola in Africa occidentale. L'unico ramoscello d'ulivo positivo ed etico pertinente visto in tutta la mia lettura è che Theguardian.com riferito, "Il finanziamento del governo degli Stati Uniti della sperimentazione sull'uomo sano Ebola viene in mezzo avvertimenti di scienziati di Harvard e Yale che tali esperimenti virus rischio innescando una pandemia in tutto il mondo. "Quella minaccia persiste.
4 LA NECESSITÀ DI UN'AZIONE LEGALE intende ottenere il risarcimento danni derivanti alla perpetuazione dell'ingiustizia nel MORTE, LESIONI E TRAUMA IMPOSTE liberiani ED ALTRI AFRICANI DEL Ebola e da altri agenti patogeni.
Gli Stati Uniti, Canada, Francia, e Regno Unito sono tutti implicati negli atti detestabili e diabolici che questi test sono Ebola. Vi è la necessità di perseguire un risarcimento penale e civile per danni, ed i paesi africani e le persone dovrebbero garantire la rappresentanza legale per chiedere i danni da questi paesi, alcune aziende e le Nazioni Unite. Prove sembra abbondante contro Tulane University, e si adatta dovrebbe cominciare da lì. Articolo di Yoichi Shimatsu, Il Ebola Breakout ha coinciso con il vaccino campagne delle Nazioni Unite, pubblicato il 18 agosto 2014, nella Liberty Beacon.
5. leader africani ei paesi africani hanno bisogno di prendere l'iniziativa di NEONATI Difendere, BAMBINI, donne africane, uomini africani, e gli anziani. Questi cittadini non meritano di essere utilizzato come CAVIE!
L'Africa non deve relegare il continente a diventare la località per lo smaltimento e la deposizione di sostanze chimiche pericolose, droghe pericolose, e agenti chimici o biologici delle malattie emergenti. Vi è urgente necessità di azioni positive per proteggere i meno abbienti dei paesi più poveri, in particolare cittadini africani, di cui i paesi non sono scientificamente e industrialmente dotato come gli Stati Uniti e la maggior parte dei paesi occidentali, le fonti di maggior parte degli OGM virali o batteriche che sono strategicamente progettati come armi biologiche. E 'più inquietante che il governo degli Stati Uniti ha operato una febbre emorragica virale laboratorio di ricerca bioterrorismo in Sierra Leone. Ci sono altri? Dovunque esistono, è il momento di terminare loro. Se esistono altri siti, si consiglia di seguire il passo in ritardo ma essenziale: la Sierra Leone ha chiuso il laboratorio statunitense armi biologiche e si fermò Tulane University per ulteriori test.
Il mondo deve essere allarmato. Tutti gli africani, americani, europei, mediorientali, asiatici e persone provenienti da ogni conclave sulla Terra dovrebbe essere stupito. Popoli africani, in particolare i cittadini più in particolare della Liberia, Guinea e Sierra Leone sono vittime e muoiono ogni giorno. Ascoltare le persone che diffidano gli ospedali, che non può scuotere le mani, abbracciare i loro parenti e amici. Persone innocenti stanno morendo, e hanno bisogno del nostro aiuto. I paesi sono poveri e non possono permettersi l'intero lotto di dispositivi di protezione individuale (DPI) che la situazione richiede. La minaccia è reale, ed è più grande di alcuni paesi africani. La sfida è globale, e chiediamo assistenza da tutto il mondo, tra cui Cina, Giappone, Australia, India, Germania, Italia, e anche le persone di buon cuore negli Stati Uniti, Francia, Regno Unito, Russia, Corea, Arabia Saudita, e in qualsiasi altro luogo il cui desiderio è quello di aiutare. La situazione è più tetro di quello che all'esterno può immaginare, e noi dobbiamo fornire assistenza per quanto possibile. Per garantire un futuro che ha meno di questo tipo di dramma, è importante che noi ora chiediamo che i nostri leader e governi siano onesti, trasparenti, eque e produttivamente impegnati. Essi devono rispondere alle persone. Si prega di alzarsi di interrompere le prove Ebola e la diffusione di questa malattia vile.

Grazie mille.
Cordiali saluti,

Il dottor Cyril E. Broderick, Sr.

Chi l'Autore:
Il dottor Broderick è un ex professore di Patologia Vegetale presso l'Università di Liberia di Facoltà di Agraria e Forestali. Egli è anche l'ex Osservatore Farmer nel 1980. Fu da questa colonna nel nostro giornale, il Daily Observer, che Firestone lo vide e gli offrì la carica di direttore della ricerca alla fine del 1980. Inoltre, egli è uno scienziato, che ha insegnato per molti anni presso l'Agricultural College della University of Delaware.





La libertà non si insegna, è una scelta individuale.
12/10/2014, 21:58
#11
Cerca

Il criceto mannaro
Messaggi: 3,536
Discussioni: 201
Registrato: 03-2011
Reputazione:
106

Mix: 3,737
Se l'avessi Letto in inglese ci avrei capito di più


digger
13/10/2014, 0:18
#12
Cerca




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)